L’onda lunga delle elezioni in Sicilia entusiasma i forzisti cassinati

Il delegato all’immigrazione e comunicazione per Forza Italia, Daniele Cacciapuoti, a proposito delle elezioni in Sicilia ha dichiarato:” È doveroso fare un’analisi del voto per le elezioni appena trascorse in Sicilia. Queste hanno portato alla luce un risultato elettorale del centro-destra entusiasmante. La coesione del centro destra che abbiamo visto  in Sicilia è la riprova che uniti si vince. È importante trovare la sintesi anche per le prossime campagne elettorali, nello specifico, alle campagne elettorali per le regionali del Lazio e le politiche. Il PD è stato sconfitto, grazie al lavoro straordinario che in questi mesi hanno effettuato i vari leader di centro destra. Un grande merito va ascritto sicuramente a Silvio Berlusconi che ha voluto impegnarsi con generosità in prima persona per far sì che il centrodestra potesse affermarsi, e il popolo lo ha premiato. I risultati infatti parlano chiaro: Forza Italia si conferma primo partito della coalizione, a dimostrazione del  ruolo di motore di un’area politica moderata, capace di proporsi agli elettori con credibilità e come  progetto alternativo alla sinistra e al M5S. Ovviamente ciò non sarebbe stato possibile senza altri 2 grandi leader quali quelli di ” Noi con Salvini” e “ Fratelli d’Italia”. Un lavoro che ha portato dei risultati, e questa è la logica conseguenza che si ha quando si punta sulle persone credibili, serie ed oneste. Il centro sinistra aveva condotto una politica governativa che ha portato la regione allo sfascio e quindi questa è la riprova che Forza Italia è  un’altra cosa, è  alternativa al centro sinistra.  Sono rimasto amareggiato dal grande astensionismo del popolo siciliano, questo è un dato su cui riflettere, affinché l’astensionismo possa diminuire è importante proporre agli elettori un programma elettorale appetibile, un programma elettorale che sia condiviso, che tenda alle vere esigenze della gente. Bisogna proporre ovviamente interventi che una volta al governo o alla regione  poi siano fattibili , siano realizzabili”.

Infine, conclude Cacciapuoti: “Basta con la politica delle promesse è importante mettere in campo una politica fattiva, reale che possa in qualche modo intercettare e andare in contro esigenze dei cittadini”.