Maltempo, frana strada a Sant’Elia. Volturno esondato a Venafro e danni anche in provincia di Latina

Frane, smottamenti e corsi d’acqua ingrossati. La violenta ondata di maltempo che ha colpito il basso Lazio e la zona del vicino Molise non è stata senza conseguenze. A Sant’Elia Fiumerapido intorno all’una della notte scorsa parte di via Peschiera è franata nel fiume Rapido. Immediatamente sono intervenuti i carabinieri e il personale del Comune che hanno provveduto a transennare il tratto stradale. Dalle prime luci del giorno hanno lavorato i volontari della Protezione civile e la polizia municipale per mettere in sicurezza l’arteria che collega il paese alle frazioni di Valvori e Valleluce. La via è stata chiusa. Fortunatamente ci sono strade alternative per raggiungere i centri abitati.
Sempre a Sant’Elia nel pomeriggio si è verificata una caduta alberi in via Cese.






Nella nottata e per tutta la giornata di oggi intense precipitazioni hanno ingrossato i fiumi tra cui il Volturno e il Carpino in provincia di Isernia, e in alcuni tratti sono esondati.
In diverse località ci sono state frane e piccoli smottamenti.
Le foto mostrano il Volturno in località Oasi Le Mortine nei pressi dell’impianto idroelettrico “presa del Volturno” nei comuni di Venafro e Capriati al Volturno e una frana su una viabilità secondaria temporanemanete chiusa al traffico nei comuni di Roccasicura e Forlì del Sannio.
Nel primo pomeriggio gli invasi che avevano destato preoccupazioni sono tornati nella normalità e pur permanendo lo stato di attenzione non si segnalano situazioni critiche.
Nel corso della giornata numerosi interventi per autovetture fuori strada o elementi pericolanti a causa del vento forte.
Quasi raddoppiato il dispositivo di soccorso dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale che ha interessato tutte le sedi: quella centrale, Agnone e Volontari di Venafro.


Questa notte sono stati più di 35 gli interventi di soccorso tecniche urgenti effettuati dai Vigili del Fuoco del comando provinciale di Latina. Il forte vento e non solo ha interessato la zona centrale della Provincia. Gli interventi hanno maggiormente interessato, a partire da poco dopo le 2 i Comuni di Latina, Sabaudia e Sezze e hanno riguardato la rimozione di alberi caduti che ostacolavano la viabilità di arterie più o meno importanti.
Nel comune di Sezze in via Paganini, un tetto di una abitazione in legno (foto in basso) è stato scaraventato dal forte vento su una palazzina adiacente. Nessuna persona è rimasta coinvolta.