Maturità 2017, gli auguri della politica ai ragazzi. Oggi la prima prova

Esame di maturità 2017

Ci siamo. Al via l’esame di maturità 2017. E chissà perché ci sentiamo tutti coinvolti. Riaffiorano ricordi sopiti e relegati in un passato recente o remoto che sia. Ci siamo i maturandi sono pronti, chi più chi meno, ad affrontare una prova d’esame che resta, comunque al di là di riforme scolastiche, un simbolico rito di passaggio. Gli auguri agli studenti sono d’obbligo.

Il consigliere provinciale e capogruppo di Forza Italia Gianluca Quadroni ha rivolto un messaggio agli studenti frusinati: “Un caloroso augurio agli studenti che domani si cimenteranno con la prima prova degli esami di Stato affinchè possano affrontare serenamente un traguardo importante che resterà un ricordo indelebile della loro vita. Come docente scolastico e membro di commissione comprendo le emozioni dei ragazzi per una prova di ingresso nella società che al tempo stesso apre scelte importanti per scrivere il futuro percorso di vita”.

“Il mio auspicio è che i ragazzi possano uscire dalla Scuola Superiore avendo conseguito i giusti strumenti culturali e le competenze per affrontare le sfide di un mondo che è certamente complesso, ma che deve tendere sempre più a riportare al centro il ruolo dei giovani, soprattutto per tornare a far crescere le realtà in cui essi vivono, senza disperdere energie, competenze ed eccellenze. Agli insegnanti, ai dirigenti scolastici, agli operatori della scuola un dovuto e riconoscente grazie per l’attività svolta”.

“Le Istituzioni e la Politica devono impegnarsi, giorno dopo giorno, per garantire loro questo futuro e creare le condizioni affinché le nuove generazioni possano lavorare, farsi una famiglia e realizzare i loro sogni”.

Dal mondo delle istituzioni molti sono stati i messaggi augurali. Il sindaco di Latina Damiano Coletta si è rivolto direttamente agli studenti: Cari ragazzi e ragazze,

alla vigilia degli esami di Stato, dopo giorni che immagino saranno stati di grande impegno e altrettanta tensione emotiva, desidero farvi giungere il mio saluto affettuoso e un sincero in bocca al lupo per questa prova che segna una tappa importante nella vita di tutti e che, vi garantisco, un giorno ricorderete sorridendo, forse anche con nostalgia.

Voglio rivolgermi a voi più che come Sindaco come un padre di famiglia che guarda con apprensione, ma soprattutto con fiducia il proprio figlio chiamato ad affrontare il primo grande ostacolo che la vita gli pone davanti. Non è un caso che tale prova sia stata definita di maturità. Al di là delle conoscenze che avete acquisito e che l’esame vuole misurare, questo test è la porta d’ingresso nell’età adulta, un passaggio necessario nel percorso di costruzione di una personalità critica, creativa, compiuta che è quella con cui vi muoverete nel mondo.

E’ a voi che pensiamo quando diciamo che questo Paese deve cambiare e deve farlo iniziando a tenersi stretto i suoi giovani, non invitandoli a scappare. E’ su di voi che riponiamo le speranze di riscatto per questa nostra terra.

La sfida in cui vi misurerete in questi giorni è solo la prima di un percorso che, mi auguro, possa riservare tante gioie e soddisfazioni. Ora è il momento di concentrarvi su questo passaggio: il consiglio che mi sento di darvi, valido per questa come per tutte le atre prove cui vi sottoporrà la vita, è di fare affidamento sulla vostra preparazione, sulla consapevolezza delle vostre.

Avanti con fiducia, senza paura”.