Maxi controlli antidroga, stupefacente nascosto nel cimitero a Cassino

Maxi controlli antidroga nella serata di venerdì nel Cassinate gli agenti del commissariato di Cassino, coordinati dal vice questore Alessandro Tocco e coadiuvati dalle unità antidroga della squadra cinofili di Nettuno, hanno messo a segno un sequestro di stupefacenti. L’operazione ha portato alla denuncia in stato di libertà di un trentenne di Piedimonte San Germano che sarebbe stato trovato in possesso di 40 grammi di hashish già divisa in dosi la droga sarebbe stata trovata grazie al fiuto dei cani Enduro e Neky e naturalmente all’intuito degli agenti della polizia che hanno individuato il luogo esatto in cui la droga era stata nascosta ovvero nell’intercapedine del vano ascensore. Ma i controlli sono proseguiti fino a tarda notte soprattutto per tenere a freno la movida della città martire sono stati controllati diversi esercizi commerciali e soprattutto gli avventori di bar e locali del centro cittadino.

I controlli si sono nel corso del controllo gli agenti hanno esteso l’attenzione al quartiere San Bartolomeo dove hanno visto una scala proprio adiacente al muro di cinta del cimitero. A quel punto hanno deciso di entrare all’interno e hanno trovato dentro una cabina elettrica tra i loculi uno zaino contenente circa mezzo chilo di sostanze stupefacenti tra hashish e marijuana.