Dopo mesi di restauro sono tornati gli undici registri di anagrafe parrocchiale custoditi presso l’Archivio Storico Diocesano

il “Registro dei Battesimi” della parrocchia Sant’ Erasmo di Veroli (1597–1612) prima e dopo il restauro

Si tratta di documenti tra i più antichi che l’Archivio conserva e che risalgono in parte alla fine del XVI secolo. Come spiegato da Luisa Alonzi, direttrice dell’Archivio storico della diocesi di Frosinone–Veroli–Ferentino, «l’intervento si è reso necessario in quanto i documenti versavano in un pessimo stato di conservazione, con numerose carte deteriorate dall’umidità e dall’acidità dell’inchiostro, corrose da attacchi di muffe e insetti; molti registri, inoltre, erano sprovvisti della legatura (copertina) e pertanto più esposti a deterioramento».

Registri che riguardano i Battesimi, i Matrimoni e i defunti, provenienti dalle parrocchie della Cattedrale di sant’Andrea e della basilica di Sant’Erasmo in Veroli, dalla parrocchia di San Pietro apostolo in Torrice, dalla Cattedrale di Frosinone e dalla parrocchia di Santa Maria Maggiore di Ferentino. «L’intervento di restauro ha permesso il recupero della documentazione che grazie al consolidamenti delle carte e alla rilegatura dei volumi potrà essere di nuovo essere fruibile per gli utenti. Inoltre, – annuncia la Alonzi – sarà disponibile anche una copia digitale di tutti i documenti restaurati, consultabile in archivio, che permetterà di fruire dei registri evitando di manipolare direttamente l’antica documentazione».

L’intervento di restauro è stato realizzato dalla ditta di “Conservazione e Restauro di Guido Milio” di Roma grazie ai contributi della Conferenza Episcopale Italiana dell’annualità 2017 e curato dall’Archivio Storico Diocesano che ha due sedi: a Veroli, in Largo Cesare Baronio (tel. 0775.238254) e, a Ferentino, in via Don Giuseppe Morosini, presso il Seminario vescovile, dove si trova anche la Biblioteca diocesana (tel. 0775/240018). Per informazioni, è possibile contattare l’indirizzo di posta elettronica dedicato: archiviostorico@diocesifrosinone.it.

E’ bene ricordare che restaurare questi preziosi documenti significa salvaguardare la memoria di una comunità, preservare in alcuni casi l’unica testimonianza sulle origini anagrafiche di un territorio.

Anche per l’anno 2018 l’Archivio Storico ha programmato un importante restauro: si tratta di altri sei registri anagrafici, appartenenti alla Concattedrale di Sant’Andrea di Veroli e alla Concattedrale di Ferentino. In particolare, sarà effettuato il restauro de “L’indice dei battezzati” proveniente dalla parrocchia dei Santi Giovanni e Paolo di Ferentino dove sono annotati tutti i nominativi dei battezzati del territorio ferentinate dal 1678 al 1797, uno strumento prezioso e indispensabile per la ricerca anagrafica di quel territorio.