Napoli – Al via la demolizione della vela verde a Scampia

Napoli – Alle ore 11.20. di oggi, 20 febbraio 2020, la PMI 980 super long demolition ha dato il primo morso ai 50mila metri cubi di cemento armato della Vela Verde a Scampia.
La pinza, montata sulla gru cingolata che raggiunge 52 metri di altezza, procederà a smantellare, pezzo per pezzo, partendo dall’alto, i 16 piani di uno degli edifici che, troppo a lungo, ha simboleggiato emarginazione sociale e degrado urbano.


Quaranta i giorni di lavoro previsti per completare questa prima fase dell’opera, il progetto Restart Scampia: 57 milioni di Euro provenienti da più fonti finanziarie per abbattere tre Vele, riqualificare l’unica che sarà lasciata in piedi e sostenere una rigenerazione urbana che permetta a Scampia di far emergere le potenzialità di nuova centralità e collegamento con i comuni confinanti dell’area nord di Napoli.

Presente all’evento anche il team della Yes I Code, società di Cassino, che si sta occupando della comunicazione on line e off line dei più importanti progetti del comune di Napoli, dal 2019 al 2022, insieme all’ufficio Coesione del comune, l’unità operativa del comune di Napoli che si occupa di progettazione, gestione e monitoraggio dei finanziamenti europei, nazionali e regionali.

L’azienda ha supportato il comune effettuando, oltre alle riprese video da terra, anche con un drone in volo sopra l’area, che ha ripreso in esclusiva le operazioni di demolizione dall’alto.