Odori nauseabondi a Pontecorvo, i carabinieri forestali sequestrano diversi cumuli di rifiuti

Ieri il Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) del Gruppo Carabinieri Forestale di Frosinone e la Stazione Carabinieri Forestale di Pontecorvo hanno sequestrato, nel territorio del comune di Pontecorvo, diversi cumuli di materiale classificato come “ammendante compostato misto” ma in realtà costituito da rifiuti provenienti da un impianto di compostaggio.

In particolare, a seguito di segnalazioni dei cittadini che avvertivano odori nauseabondi, il personale della Stazione dei Carabinieri di Pontecorvo ha effettuato un sopralluogo, unitamente a tecnici Arpa Lazio, presso i terreni dove erano stati sversati i cumuli provenienti dalla società di smaltimento. A seguito di campionamenti ed analisi, Arpa Lazio relazionava in merito alla natura del materiale rinvenuto. I tecnici dell’Agenzia hanno così disconosciuto la qualifica di ammendante compostato misto e hanno riclassificato i cumuli come veri e propri rifiuti con uno specifico codice CER (Catalogo Europeo dei Rifiuti).

I cumuli erano privi di strati impermeabili e di coperture, con conseguente rischio di percolato nel terreno.

Preso atto di ciò, il NIPAAF di Frosinone e la Stazione CC di Pontecorvo hanno provveduto a sequestrare tutti i cumuli di rifiuti rinvenuti e a denunciare all’Autorità Giudiziaria competente i responsabili degli sversamenti.