Omaggio ai ragazzi che diedero la vita nella battaglia di Montecassino

Sono in corso fino al 19 maggio le celebrazioni in occasione del 74esimo anniversario della battaglia di Montecassino per ricordare i soldati del II Corpo di Armata polacco che nel 1944 con il sacrificio della loro vita, sotto la guida del generale Władysław Anders, hanno spianato la strada agli alleati permettendo loro di cominciare l’avanzata verso Roma.

Questa mattina a Piedimonte San Germano, conquistato nel 1944 dai soldati polacchi, è stata deposta la corona dei fiori al Monumento ai Caduti di tutte le Guerre e con la commemorazione al Monumento del 6. Reggimento Corazzato “Dzieci Lwowskich” (Bambini di Leopoli).

A Cassino si è tenuta una commemorazione del sacrificio fatto dai giovani soldati del II Corpo d’Armata Polacco alla lapide al Generale Anders davanti l’historiale. Il sindaco Carlo Maria D’Alessandro ha commentato: “Quei ragazzi diedero la loro vita nella battaglia di Montecassino per agevolare l’avanzata degli alleati e permettere loro di liberare il Paese. Morirono in guerra, lontani da casa, lasciando genitori, moglie e figli orfani e permettando al nostro popolo di riprendersi la libertà. Noi, i nostri figli e chi verrà dopo di noi dovranno ringraziare per sempre questo popolo per l’enorme sacrificio che hanno fatto – ha dichiarato Carlo Maria D’Alessandro, sindaco del Comune di Cassino – Ogni anno ricordiamo quegli avvenimenti sanguinosi e dolorosi, insieme al popolo polacco. Ricordiamo la grande figura del generale Anders. Ambasciatori, politici, Istituzioni e discendenti di quei valorosi soldati tornano a Cassino e nei luoghi in cui vennero combattute le battaglie più sanguinose. Non dimentichiamo mai il dolore provato dalla popolazione di questo territorio che venne devastato, la gente fu dilaniata nel fisico e nell’anima, uomini uccisi, donne e bambini stuprati. In un contesto drammatico e dove la tragedia lasciò il segno indelebile i giovani “papaveri” polacchi sacrificarono non solo la loro vita, ma anche i loro sogni e il loro futuro per gli italiani, per tutti noi”.

Nel pomeriggio a Mignano Monte Lungo si è tenuta una cerimonia commemorativa presso il Sacrario Militare, mentre a San Pietro Infine sono stati deposti dei fiori al Parco della Memoria.

L’evento principale di commemorazione della battaglia sarà la cerimonia patriottico-religiosa nel Cimitero Militare Polacco di Montecassino, dove domani, venerdì 18 aprile alle ore 17.00, verrà celebrata una Santa Messa solenne seguita da una cerimonia commemorativa dedicata ai Caduti del 2. Corpo d`Armata Polacco.