Open Day 2017: un successo firmato Accademia di Belle Arti di Frosinone

Consegnato al Comune di Accumoli il ricavato dell'asta d'arte da parte dell' Accademia di Belle Arti di Frosinone, lo scorso giovedì 15 giugno.

Consegnato al Comune di Accumoli il ricavato dell’asta d’arte

Arte, cultura e musica protagoniste dell’Open Day 2017 dell’ Accademia di Belle Arti di Frosinone, guidato dal direttore Luigi Fiorletta, tenutosi lo scorso giovedì 15. Il “porte aperte” si è svolto in un susseguirsi di incontri e appuntamenti presso il Palazzo Tiravanti.

Durante tutta la giornata centinaia di visitatori hanno potuto ammirare le creazioni artistiche degli studenti, vero elemento portante della manifestazione.

In serata, infatti, la prima rassegna delle Scuole di Fashion Design ha visto sfilare le creazioni realizzate dai giovani dell’Accademia ed indossate da 15 modelle, in un tripudio di luci e musica sotto la guida di Sergio Gaddi. Alla Rassegna hanno partecipato le Scuole di Fashion Design di varie Accademie di Belle Arti italiane (Brera, Foggia, Frosinone, Macerata, Milano, Napoli, Roma e Torino) nonché gli studenti provenienti da Lahore in Pakistan.

Luci diffuse da oltre cento macchine rotanti hanno illuminato il cielo di Frosinone e la facciata di Palazzo Tiravanti – un mapping di illusione ottica tra la superficie reale e quella riprodotta -, hanno introdotto lo spettacolo in 3D del “Mapping”: un particolare tecnologia multimediale che permette di proiettare della luce o dei video su superfici reali, in modo da ottenere un effetto artistico ed alcuni movimenti inusuali sulle superfici interessate.

Il momento più rappresentativo della serata si è avuto con la consegna al rappresentate del comune di Accumoli del ricavato dell’asta d’arte delle sessanta opere donate da grandi artisti italiani.

Nel corso della serata, cui hanno partecipato le più alte autorità del territorio, il primo cittadino di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha sottolineato l’importanza che l’ Accademia di Belle Arti riveste nel territorio provinciale per l’elevato valore culturale e didattico che rappresenta, e grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente Ennio De Vellis e dal rappresentante del MIUR nel CdA, Gianluca Grossi.

Il gran finale è stato l’atteso concerto del Maestro Danilo Rea, accademico dell’istituzione del Capoluogo. Rea, pianista jazz affermato – che in questi mesi sta lavorando al fianco di Gino Paoli in una tournée in giro per l’Italia -, ha dedicato il suo concerto di musiche italiane agli studenti ed alla città.