Ordigno rudimentale e ‘inoffensivo’ al termocombustore, indagini dei carabinieri

Poteva sembrare un ordigno pronto ad esplodere quello che questa mattina il personale del termovalizzatore di San Vittore del Lazio ha trovato in un gabbiotto del gas esterno alla struttura. Nel gabbiotto infatti c’era una bomboletta di gas, come quelle usate solitamente dai campeggiatori, collegata con un filo di ferro e legata ad una batteria a torcia come quelle delle lampadine portatili e ad un orologio. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Cassino coordinati dal Comando Provinciale di Frosinone che hanno notato subito come il presunto ordigno in realtà non potesse esplodere. Infatti all’occhio più esperto dei carabinieri non è sfuggito come in realtà la bomboletta del gas non aveva nessun innesco per poter esplodere. Sono tuttora in corso indagini da parte dei carabinieri per risalire agli autori del gesto.