Panettoni “artistici” dell’IIS Sulpicio di Veroli per gli ospiti della Casa di Riposo “San Giuseppe”

Panettoni “artistici” che rompono un muro di separazione. Protagonisti i ragazzi dell’Alberghiero dell’IIS Sulpicio di Veroli che, accompagnati dal Dirigente Scolastico Salvatore Cuccurullo, dagli insegnanti coinvolti nel progetto e dalle assistenti specialistiche,
si sono recati in visita alla Casa di Riposo “San Giuseppe” per portare in dono agli anziani ospiti i panettoni decorati nel corso del progetto di Cake Design. Abilità, manualità, fantasia ed un gran cuore. Che questi ragazzi fossero bravi e preparati ce lo avevano dimostrato già in diverse occasioni pubbliche, ora però da loro giunge un’altra grande lezione: che la vita non procede per compartimenti stagni ma è un ciclo unico dove le interconnessioni generazionali sono essenziali. Durante il progetto curato dalla Cooperativa Ars Educandi, pasta di zucchero, glassa e altri elementi decorativi hanno dato vita a piccole opere d’arte in miniatura di cui gli studenti non ne hanno fatto vanto ma dono. Questo è il Sulpicio, uomini e cittadini prima che professionisti. Questo Natale sarà diverso per gli ospiti della Casa di Riposo San Giuseppe, e lo sarà anche per i ragazzi che spontaneamente hanno deciso di omaggiare gli anziani con un gesto di grande valore sociale in una giornata speciale in cui si sono incrociati passato e futuro, il mondo con’era, com’e come vorremmo che fosse. Un patto tra due generazioni spesso divise da una profonda incomunicabilità e indifferenza. La gioia negli occhi stanchi di un anziano solo è un dono raro ed ora ogni elogio a questi ragazzi, agli insegnanti ed al Sulpicio sarebbe forse inadatto e sminuente. Orgoglio verolano, esempio di competenza e moralità. Adesso è Natale…

Monia Lauroni