Pastena – A casa Manfredi padre Aniello Manganiello

Casa Manfredi si conferma il luogo della cultura, dei dibattiti e delle riflessioni ad alta voce. Sabato si terrà l’incontro particolarmente atteso dal sindaco Arturo Gnesi con padre Aniello Manganiello. “Non è un uomo ricco nè una star dei talk show né un campione dello sport.

Non che gli mancano le qualità – scrive Gnesi – ma perché ha scelto di vivere accanto a quella folta società che vive o è costretta a vivere dalla parte dove si fatica a campare.

Non sempre la colpa è degli altri, spesso sono le scelte dei singoli che conducono in un vicolo cieco.

Bisogna lavorare per superare le ingiustizie sociali e coniugare responsabilità personale e impegno civile.

“Ho insegnato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è la politica. Sortirne da soli è l’avarizia” Con lo spirito di don Lorenzo Milani, tentiamo con gli incontri a casa Manfredi, di far crescere il nostro paese e di offrire a tutti l’opportunità di confrontarsi con i testimoni del nostro tempo e di riflettere sui problemi che riguardano la nostra società e la nostra stessa esistenza. Avvicinarsi al sapere per poter discernere cosa sia meglio fare per la nostra comunità e per capire meglio questi anni “accesi fuori ma spenti dentro”
Un’occasione per capire quali sono i modelli di vita ai quali si ispirano le generazioni contemporanee, quali i valori e i riferimenti sui quali costruire la società.

C’è un grande bisogno di capire quale futuro ci attende, i rischi che incombono sulla terra e sull’umanità e soprattutto se c’è una soluzione vincente che non accresca il divario tra nord e sud e non accentui la distanza tra ricchi e poveri.

I problemi si affrontano e si risolvono se matura un’idea sostenibile del progresso economico e sociale e se qualcuno è in grado di definire una “nuova frontiera” del ventunesimo secolo.
I nostri incontri non hanno la pretesa di trovare le soluzioni ai problemi del pianeta ma la consapevolezza di far crescere il senso di appartenenza della nostra gente ad un mondo che spesso appare ostile e distante.

C’è bisogno di passione civile e di impegno costante per essere interpreti di una società che talvolta rimane vittima delle sue contraddizioni e sembra premiare il disimpegno e il qualunquismo.

Padre Aniello Manganiello è un modo autentico e originale per dare un senso alla propria vita senza sprecare tempo e bruciare illusioni. Un prete con i piedi per terra per la vita è speranza e concretezza”.