Chi e perché ha ucciso Aldo Moro?

Giovedì a Cassino i documenti di Stato e gli atti della Commissione Moro 2

Cassino – “Le zone d’ombra sul sequestro e sull’uccisione di Aldo Moro sono ancora tante.

Conoscere la nostra storia ci permette di essere più consapevoli del nostro presente”.

Il consigliere regionale Marino Fardelli ha voluto a Cassino la presenza di Gero Grassi, il vicepresidente del gruppo Pd alla Camera dei Deputati, componente della Commissione d’inchiesta sul caso Moro e giovedì alle 17.30 è atteso in Biblioteca comunale di via del Carmine. “Chi e perché ha ucciso Aldo Moro” è il titolo inequivocabile di un evento che rappresenta uno dei confronti alla continua ricerca della verità, attraverso i documenti di Stato e gli atti della Commissione Moro 2.

“Quanto accaduto nel 1978, ma anche le indagini e i cambiamenti del ’79, hanno rappresentato un momento storico drammatico per il nostro Paese – spiega Marino Fardelli – e a distanza di anni ancora si cerca di fare piena luce su una vicenda molto complicata e che ad ogni indagine porta a galla nuovi elementi. C’è ancora tanto da chiarire e sono certo che eventi come quello che terremo giovedì a Cassino aiutano a mantenere alta l’attenzione sul caso Moro che rappresenta uno dei casi più controversi della nostra storia”.

In biblioteca comunale saranno presenti, oltre a Gero Grassi, il senatore Francesco Scalia, l’ex sindaco Giuseppe Golini Petrarcone e Jole Falese che porterà i saluti dell’associazione Obiettivo Cassino. Nell’occasione verrà proiettato anche un video su Aldo Moro. L’evento è in programma giovedì 2 marzo alle 17.30 presso la Biblioteca comunale di via Del Carmine a Cassino.