Piazzale abusivo con rifiuti pericolosi, la Polizia Provinciale sequestra area di 250 metri quadrati nel Cassinate

Gli agenti della Polizia provinciale di Frosinone – Distaccamento di Cassino hanno sequestrato questa mattina un’aerea di circa 250 metri quadrati  nel cassinate, dove erano stati depositati illecitamente materiale di risulta e rifiuti di natura pericolosa che servivano per costituire ex novo un piazzale con lo spessore di circa 2 metri, quale piattaforma di un fabbricato di metallo da adibire, una volta terminato, a fabbricato ad uso industriale ovviamente tutto abusivo.

Lo spettacolo al quale hanno assistito gli agenti del comandante Massimo Belli, coordinati per l’indagine dal Cap. Pietro D’Aguanno del distaccamento di Cassino, é stato veramente triste e posto in essere da chi non ha alcun rispetto per l’ambiente e per dove vive.

L’attività di polizia alla quale è seguito il sequestro dell’area per violazione delle leggi penali sull’ambiente e sull’edilizia è stata resa possibile grazie ad una indagine fatta di appostamenti e grazie a fonti informative che hanno portato alla incriminazione del costruttore nonché proprietario del manufatto abusivo e la susseguente segnalazione dei fatti alla competente procura della Repubblica di Cassino.

“Una efficace operazione di polizia ambientale svolta dalla polizia provinciale – ha dichiarato il Comandante Massimo Belli – sempre attenta alle problematiche ambientali del territorio e che ci vede ultimamente sempre più impegnati anche con i controlli sugli incendi boschivi sul delicato fronte della tutela del nostro ecosistema”.