Pirozzi e Dragonetti fanno scintille: “Con noi la vera rivoluzione dal basso”

Un tour nel Cassinate per conoscere il territorio e salutare simpatizzanti e sostenitori.  Puntuale e attento, Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice e candidato alla Presidenza della Regione Lazio è arrivato alle 11 questa mattina alla casa della Salute di Pontecorvo. Ad accompagnarlo il candidato al Consiglio Regionale del Lazio Niki Dragonetti e il candidato con la lista Nathan nel collegio Cassino 2 Gianni Violo.

“La sanità ha bisogno di un diverso modello, il modello fino ad oggi è stato quello della chiusura di tutte quante le strutture o la trasformazione non tenendo conto dei bisogni delle persone per cui bisogna invertire questo concetto. Abbiamo una grande proposta che esporremo a metà mese per ridare la dignità anche ai luoghi periferici”, ha detto Pirozzi ai microfoni prima di incontrare i dirigenti della Casa della salute di Pontecorvo. “Per il 20 faremo una grande proposta, che io ho già fatto per la mia piccola Amatrice e che di fatto ha messo all’angolo il governo”, ha concluso Pirozzi.

“Una grande scommessa – ha detto Niki Dragonetti – si ritorna a parlare di politica. Con Sergio stiamo riparlando di territorio, di politiche e di interessi dei cittadini lasciando perdere quello che hanno dimostrato le altre liste e gli altri partiti, solo inciuci e interessati alla poltrona e non ai cittadini. Questa è la nostra scommessa: far ritornare la politica alla gente semplice. Con la rivoluzione dal basso che possono fare i cittadini della provincia di Frosinone dal 4 marzo con una matita in mano”.

Dopo la visita alla casa della Salute Pirozzi ha incontrato gli operai dell’Ideal Standard davanti i cancelli della fabbrica di Roccasecca con i quali ha affrontato i problemi lavorativi che li stanno riguardando e poi ha fatto visita all’ospedale Santa Scolastica di Cassino.