Pontecorvo – Bollette telefoniche di 7mila euro, i carabinieri arrestano un 59enne

Nella tarda mattinata di ieri a Pontecorvo i carabinieri della locale Stazione al termine di attività di indagine, hanno aarrestato per il reato di truffa un 59enne della Repubblica Ceca, ma di fatto domiciliato a Pontecorvo.

Tutto ha inizio da una denuncia presentata ai Carabinieri di Pontecorvo dove la vittima ha riferito che gli venivano recapitate delle salatissime bollette Telecom, per un totale di 7mila euro, nonostante lo stesso avesse un regolare contratto con la società telefonica, pertanto, esasperato e non riuscendo a risolvere il problema direttamente con la società telefonica, ha presentato regolare denuncia.

I carabinieri, insospettiti dall’ammontare delle bollette hanno effettuato un controllo con gli operatori della Telecom e all’interno di una cabina, dove sono posizionati tutti i cavi delle diverse utenze telefoniche, hanno notato la presenza di un dispositivo, volgarmente detto “ponticello”, in grado di collegare una rete telefonica con un’altra, e che permetteva all’arrestato di usufruire della linea dell’ignara vittima.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio mentre la linea telefonica è stata ripristinata dai tecnici Telecom.