Pontecorvo – Lotta contro chi abusa dei talloncini per diversamente abili

Vita dura per i furbetti del talloncino per i diversamente abili. A Pontecorvo è lotta senza quartiere a chi utilizza impropriamente il talloncino pur non avendolo o non avendone più il diritto. La polizia municipale diretta dal tenente Luigi Dichiaro, infatti, ha avviato ormai da qualche giorno una ricognizione generale di tutti i tesserini rilasciati negli ultimi cinque anni.

“Ci sono state specifiche segnalazioni di utilizzo improprio dei tesserini rilasciati a diversamente abili da esporre nelle apposite aree parcheggio, per cui, di concerto con il sindaco Anselmo Rotondo e con il delegato alla polizia locale Giampiero Romano, abbiamo deciso di eseguire una ricognizione generale. La verifica si svolge su due livelli, incrociando i dati in possesso del comando della polizia locale, dove ci sono tutti gli aventi diritto, e quelli in possesso dell’ufficio anagrafe sui certificati di morte. Per cui sei il disabile è deceduto e i parenti non hanno ancora provveduto alla riconsegna ci sarà la formale diffida alla riconsegna”. Ha affermato il tenente Di Chiaro.

“La legalità si nota dalle piccole cose per cui abbiamo ritenuto opportuno avviare una ricognizione in un settore delicato, quanto importante della vita cittadina: fare i furbetti all spalle dei disabili è un gesto ignobile, per cui attendiamo la conclusione dell’attività per poi rendere edotti i cittadini. Per questo ringrazio il delegato alla polizia locale Giampiero Romano e il comandante Dichiaro”, ha aggiunto il sindaco Anselmo Rotondo.