Pontecorvo – Paolo Renzi e Anna Rita Sardelli: “Anche quest’anno niente rottamazione fiscale”

Paolo Renzi e Anna Rita Sardelli consiglieri comunali gruppo “Per Pontecorvo”, in merito alla rottamazione fiscale da loro proposta comunicano che:

“Prendiamo atto che anche quest’anno, nonostante la grave crisi occupazionale che purtroppo vive anche la città di Pontecorvo, i nostri accorati appelli per far aderire il Comune di Pontecorvo alla rottamazione fiscale sono caduti nel vuoto. Volevamo evitare che tante famiglie in difficoltà economiche fossero costrette a pagare salate cartelle di pagamento riguardanti tributi locali come ad esempio PASSI CARRABILI, IMU, TARI, MULTE PER VIOLAZIONI DEL CODICE DELLA STRADA, ecc, con l’ulteriore aggravio di salatissime sanzioni e accessori. Tuttavia non siamo stati ascoltati, come già accaduto l’anno scorso. Infatti, l’amministrazione di Anselmo Rotondo l’anno scorso bocciò la nostra proposta e quest’anno ha lasciato cadere nel vuoto i nostri nuovi ed insistenti appelli.

Se, invece, il Comune di Pontecorvo avesse esercitato la facoltà prevista dalla legge nazionale i Cittadini, in temporanea crisi economica, avrebbero potuto mettersi in regola senza pagare le salate sanzioni ed oltretutto con versamenti rateali. La mancata adesione del comune di Pontecorvo alla definizione agevolata, comporterà oltretutto una grave disparità di trattamento tra cittadini di Pontecorvo e i cittadini di altri comuni che, invece, hanno aderito alla rottamazione fiscale o si servono direttamente di Equitalia e non già della Tre Esse.

Insomma, considerato che il Comune ha fatto scadere il termine previsto dalla legge senza aderire alla rottamazione , purtroppo i cittadini di Pontecorvo, contrariamente a quelli di molti altri Comuni, saranno costretti a pagare esose sanzioni ed interessi che avrebbero, invece, potuto risparmiare se solo il Comune avesse aderito alla rottamazione. Dobbiamo amaramente constatare non solo che Anselmo Rotondo é un Robin Hood al contrario ma, soprattutto, che si é persa l’ennesima occasione per trasformare le chiacchiere da campagna elettorale in fatti concreti a favore dei cittadini”.