Pontecorvo – Renzi: “Il sindaco confonde le acque, il suo un nulla amministrativo”

Paolo Renzi

“Come sempre – ha detto Paolo Renzi, capogruppo Per Pontecorvo – le parole di Anselmo Rotondo dimostrano nervosismo, rabbia e rancore. Non so cosa intenda per vecchia politica, considerato che a Pontecorvo hanno fatto tutto gli amministratori precedenti, ma se lui dovesse ritenersi esponente della “nuova politica”, allora che dire: povera Pontecorvo!

Dopo oltre due anni di amministrazione Rotondo, la città è regredita sotto ogni aspetto: il commercio è morto, il giudice di pace ha chiuso, l’ufficio postale di Sant’Oliva ha chiuso, nessuna “nuova” opera pubblica è iniziata, le tasse sono aumentate vertiginosamente e ancor di più aumenteranno il prossimo anno, la raccolta differenziata non è partita creando danni economici e ambientali, la città é sporca e inquinata e la puzza incalza sempre più nella totale inerzia dell’amministrazione.

E come se non bastasse i pontecorvesi hanno trascorso un’estate senza acqua. Quindi stendo un velo pietoso sulla sua fallimentare amministrazione e su Anselmo Rotondo che cerca di sopravvivere politicamente buttando fango su tutti, ivi compresi Annalisa Paliotta, Natascia Di Schiavi Iorio e Riccardo Roscia da lui stesso menzionati.

E nonostante tutto continua a dire una bugia dietro l’altra, considerato che non è affatto vero che il sottoscritto sia contro le opere, ma contro le maldestre approvazioni delle delibere riguardanti il bilancio. Come sempre Rotondo cerca di confondere le acque per distogliere l’attenzione dal suo nulla amministrativo. Ma grazie al cielo ormai tutti hanno compreso che è un gran chiacchierone, quindi la sconfitta è tutta sua e non già sui programmi ma sull’operato”.