Pontecorvo – Rifiuti, ambiente rifiuti. Proposte e idee al convegno dell’opposizione

“Grande soddisfazione per il convegno che si é tenuto sabato 28 ottobre nella sala consiliare del Comune di Pontecorvo. Alla numerosa presenza di cittadini di Pontecorvo  si é discusso  su ambiente, inquinamento e rifiuti e sulla loro correlazione con alcune gravi malformazioni e malattie”, questo il commento degli esponenti del gruppo di opposizione “Per Pontecorvo” Paolo Renzi e Annarita Sardelli.

Il convegno,  presieduto da Giuliana Sardelli e con l’ottima presentazione delle  slide chiare ed efficaci curate da Luca Rosati, è stato aperto  dal  capogruppo Paolo Renzi che ha ricordato le iniziative intraprese dal gruppo “Per Pontecorvo” riguardo la tutela dell’ambiente tra cui  la richiesta – sottoscritta da oltre 300 cittadini pontecorvesi – di affrontare in Consiglio Comunale i temi dell’ambiente e dei rifiuti, dell’inquinamento del fiume Liri, la questione della puzza che attanaglia da anni la città  e l’aumento di circa il 40% della TARI (tassa sui rifiuti).

“La richiesta – ha sottolineato Renzi – riguardava anche la questione della SAF, di cui Pontecorvo è socio, e che per superficialità anche dell’amministrazione Rotondo rischia di ricevere i rifiuti di Roma”.

Il Capogruppo Renzi ha ricordato anche l’esposto presentato alla Commissione Europea, al Ministero dell’ambiente e alla Regione Lazio “riguardo la mancata attivazione, da parte di questa amministrazione, della Raccolta differenziata che crea grave danni all’ambiente e danni economici con ulteriori aumenti della Tari nel 2018; ed ancora l’esposto presentato al Ministero dell’economia volto alla revoca dell’aumento della TARI applicato dalla amministrazione di Rotondo sin dal 2017”.

Anna Rita Sardelli si è soffermata in particolare sull’istituzione del Registro dei Tumori, adempimento importantissimo per la nostra provincia. Successivamente è intervenuto Vincenzo Folcarelli, noto ambientalista che ha sottolineato come sia compromesso tutto il territorio Pontecorvese, evidenziando le criticità della ex discarica di San Paride, per la quale si è sempre adoperato insieme ad altri cittadini sollecitandone la chiusura.

Folcarelli ha sollecitato un monitoraggio ed un controllo costante su tutta l’area ricor

dando che la scorsa  estate un incendio che ha devastato la zona ha rischiato di creare un grave  danno ecologico. “Da tutti gli interventi – hanno puntualizzato Renzi e Sardelli – è purtroppo emersa  la totale assenza  ed inerzia  dell’amministrazione Rotondo riguardo tutti i problemi ambientali ed i rifiuti del nostro  territorio”.

Autorevoli, poi, gli interventi  di tipo medico e scientifico del dottor Giorgio Trombetta, oncologo U.O.C dell’ospedale di Sora  nonché  della dottoressa Marilena Raponi, pediatra dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino.

Vi è stata, inoltre, l’importante partecipazione di un noto  ambientalista della Provincia di Frosinone, il professor Francesco Raffa, delegato provinciale di Legambiente, già assessore  della  Provincia e del Comune di Frosinone il quale ha illustrato in modo molto efficace tutte le problematiche affrontate, auspicando che anche Pontecorvo si avvii al più presto  la raccolta differenziata.

Ha chiuso il convegno  l’ingegner Fabio Baldaccini, esperto in materia ambientale, che ha spiegato come oggi sia obsoleto il sistema delle discariche e come il futuro dei rifiuti sia l’economia circolare.

“Il senso e la finalità di questo incontro – hanno concluso Renzi e Sardelli – è stata certamente la volontà di sensibilizzare i cittadini in ordine a temi tanto importanti ma anche la volontà di sollecitare l’amministrazione Rotondo ad avviare il sistema della raccolta differenziata, a combattere le discariche abusive ed a promuovere l’istituzione di una commissione speciale dei rifiuti, così come proposto a suo tempo da associazioni e movimenti locali”.