Il presepe vivente nella Rocca Janula di Cassino

La rocca Janula a Cassino si è trasformata oggi per rappresentare la Betlemme della natività. L’evento è stato realizzato grazie all’impegno delle associazioni Largo a Don Bosco, Corvi di Giano e Filodrammatica Don Bosco insieme alla parrocchia di San Pietro Apostolo di Cassino e l’assessorato alla cultura del Comune. “L’assessorato ci ha tenuto molto a realizzare l’evento – ha detto Nora Noury assessore alla cultura – sia per il valore simbolico della natività ma soprattutto per la valorizzazione di un luogo unico come la Rocca Janula che ben si presta a rievocare le scene del presepe vivente come nella tradizione originata da San Francesco D’Assisi”.

Un’atmosfera suggestiva per una giornata di grande festa fortemente sentita dai cassinati e non solo. Infatti, malgrado il freddo, moltissimi sono stati i visitatori della rievocazione che hanno potuto rifocillarsi con la polenta, gli arrosticini ed il vin brulè preparati al momento dai figuranti delle associazioni.

Le associazioni ringraziano l’organizzatrice prof. Maria Patrizia Velardi capace di coordinare più di 60 figuranti.