Quarta farmacia a Pontecorvo, il sindaco Rotondo risponde a Fratelli d’Italia

“Al protocollo comunale è giunta una interrogazione del partito di Fratelli d’Italia con la quale si chiede di conoscere l’iter di apertura della quarta farmacia, alludendo, in alcuni passaggi, a possibili forme di ostruzionismo da parte del sottoscritto, sia in qualità di sindaco sia in qualità di titolare di Farmacia.
Ebbene corre l’obbligo di rispondere al portavoce di Fratelli d’Italia, tale Ivan Santopietro, perché, con tutta evidenza si ignorano le basilari norme sulla competenza in materia di rilascio e concessione autorizzazioni all’apertura della farmacia. Nel 2012, la precedente amministrazione, con delibera di giunta ha richiesto l’apertura della quarta farmacia nel rione Pastine, per cui la regione ha avviato l’iter di gara che è stato vinto da un’azione composta dal dottor Giampiero Forte e dalla dottoressa Tiziana Forte.
Questi ultimi, però, hanno accettato con riserva e chiesto una proroga di sei mesi per l’apertura. Proroga che è stata concessa dalla regione Lazio, unico Ente, deputato al rilascio di tali autorizzazioni, in data 24 agosto 2017 con la determinazione 11704.
Dette le questioni tecniche occorre sottolineare due aspetti di natura politica. Come prima cosa va detto che sia come sindaco, sia come farmacista sono estremamente contento che nel rione Pastine si apra una nuova struttura che possa fornire i servizi alla cittadinanza. Poi rivolto un appello ai vertici regionali di Fratelli d’Italia,nella persone dell’onorevole Marsilio, affinchè provveda a dare più valido e attento portavoce al suo partito in città. Le competenze amministrative sono alla base di chi svolge politica e non mi pare che attraverso l’interrogazione inviata in Comune si sia mostrato smalto in tal senso. Ad ogni modo per rispetto, proprio nei confronti dell’onorevole Marsilio, ho ritenuto opportuno rispondere. La prossima volta fornirà solo gli indirizzi della Pisana e un buon manuale di diritto amministrativo compendiato dalla testo unico sugli enti locali e il titolo V della costituzione”.

Lo comunica il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo.