Rotary Frosinone: il nuovo presidente è Massimo Uccioli

Massimo Uccioli e Pietro Raimondi

Passaggio della Campana da Raimondi a Uccioli

Nei giorni scorsi, presso il locale Mantova del Lago a Posta Fibreno, si è svolta la cerimonia di avvicendamento all’interno del Rotary Frosinone, a conclusione dell’anno rotariano (nota come “passaggio della campana”, che indica la successione tra le cariche del club).

Pietro Raimondi, presidente uscente, ha preso la parola, ringraziando il Past Governor Gianni Gasbarrini Fortuna, gli assistenti del Governatore Claudia Conversi e Mauro Vermiglio, la Past governatrice Inner Wheel Giuliana Marsella e la Presidente Annamaria Spezza.

Raimondi ha espresso la propria gratitudine nei confronti di Rebecca Di Fazio e del suo successore alla presidenza del Rotaract, Marco Gallo, del consiglio direttivo e dei soci per l’amicizia e la vicinanza mostrate nel corso dell’anno di servizio per il Club, contraddistinto dai concetti cardine di etica, coesione e impegno nell’attuazione di tante iniziative – culturali, benefiche, solidali – rivolte al territorio.

Rebecca Di Fazio, prima di lasciare il testimone a Marco Gallo alla guida del Rotaract, ha ricordato le tante attività realizzate, come il progetto di clownterapia negli ospedali di Sora e Frosinone, e quello relativo ai disturbi dell’apprendimento nelle scuole della provincia.

Annamaria Spezza, riconfermata, anche per il nuovo anno sociale, alla guida dell’Inner Wheel di Frosinone – Fiuggi, ha sottolineato l’impegno del sodalizio nel promuovere il rispetto dei diritti e della persona e nella raccolta fondi per le persone in difficoltà.

Dopo l’indirizzo di saluto di Gasbarrini Fortuna è avvenuto il passaggio di consegne con il collare iridato e Massimo Uccioli è intervenuto pronunciando il primo discorso da presidente del Rotary club Frosinone.

“Il Rotary – ha dichiarato Uccioli – grazie ai valori che lo contraddistinguono, è in grado di fare la differenza, sia all’interno della comunità in cui si vive, sia a livello mondiale, riunendo i capisaldi dell’amicizia, del servizio e della solidarietà. Il Club sarà protagonista delle sfide che la società ci chiama ad affrontare, perché non è semplicemente una associazione, ma un’emozione”.