San Giorgio a Liri – Rotatoria sulla Cassino-Mare, scontro sulla ‘paternità’ del progetto

Si è svolto sabato sera in piazza Dante un incontro pubblico organizzato dal Pd locale per informare i cittadini circa l’inizio della lavori di messa in sicurezza della Cassino-Mare attraverso la realizzazione di una rotatoria all’altezza del km. 10+150, ma anche – come spiegano dal circolo – “per stigmatizzare il comportamento degli amministratori comunali di San Giorgio a Liri, in particolare del vicesindaco Terrezza, che pensava in cuor suo di ‘monopolizzare’ a suo vantaggio la questione, mettendo un improbabile cappello sull’opera”.

Si è precisato che l’opera, concepita nel 2008 dalla precedente giunta di sinistra cittadina, ha avuto l’approvazione della Regione Lazio nel mese di luglio del 2016 e che l’inizio dei lavori è a beneficio e nell’interesse esclusivo di tutta la comunità.

Nei loro interventi le consigliere Mara Minchella e Rita Domenicone hanno spiegato come funzionano i consigli comunali a San Giorgio.

Alle loro rimostranze – hanno spiegato – “sulla decisione del consiglio di deliberare una variazione di bilancio di 30mila euro per poter pagare spese legali a carico di sindaco e vicesindaco, rimostranze fondate sull’inesistenza di una convenzione con gli avvocati incaricati e perciò tecnicamente illegali, abbiamo ricevuto in cambio una serie di insulti ed offese che denotano una totale assenza di dialettica democratica, un’arroganza senza limiti che non si ferma neanche davanti all’evidenza dei fatti”.

Lucio Migliorelli

Lucio Migliorelli nel suo intervento finale ha lanciato un messaggio chiaro all’attuale maggioranza che governa il comune e in particolare al vicesindaco Terrezza: “Da ora in poi risponderemo colpo su colpo” e – ricostruendo puntigliosamente la vicenda rotatoria – ha affermato che “a causa del dilettantismo e superficialità del Comune si è rischiato di perdere il finanziamento e solo grazie all’impegno di tutto il Pd in Regione, quest’opera vedrà la luce”.

In quanto ai punti critici dal Pd annunciano che “molto presto i cittadini di San Giorgio saranno informati dei lati oscuri su atti di fondamentale importanza come le gare d’appalto su quasi tutti i lavori affidati fino ad oggi, sulla tariffa applicata e sul servizio in generale della raccolta differenziata e sulla reale consistenza delle finanze comunali che come pare, sono sull’orlo del collasso”.