San Vittore – Allerta tra i cittadini, il Comune chiede chiarimenti immediati

E’ allerta tra i cittadini di San Vittore e dei comuni limitrofi. Il sindaco Nadia Bucci ha emesso subito un’ordinanza di chiusura della scuola di San Cesario, ma la tensione è alta. L’amministrazione comunale tutta ha dichiarato in una nota ufficiale: “Malgrado i controlli posti in essere ed i continui rapporti interlocutori con i vertici dell’impianto di incenerimento rifiuti di proprietà ACEA a garanzia della trasparenza di gestione, codesta amministrazione prende atto del grave incidente che ha interessato l’impianto di incenerimento sito sul territorio del comune di San Vittore del Lazio dovuto ad un incendio rilevante del rifiuto per combustione accumulato in una delle zone di stoccaggio.

Da subito il Sindaco e l’amministrazione di San Vittore del Lazio si sono mobilitati effettuando un sopralluogo presso l’impianto Acea, in presenza dei tecnici dell’ARPA Lazio, dei Carabinieri della stazione di Cervaro e dei Vigili del Fuoco.

In considerazione di quanto accaduto, sentite le autorità preposte, in qualità di massima autorità a tutela del territorio si è provveduto ad emanare un’ordinanza urgente di chiusura del plesso scolastico di San Cesario con il divieto al pascolo e alla raccolta e coltivazione di prodotti ortofrutticoli nel raggio di due chilometri dal luogo dell’incendio.

Codesta amministrazione si è immediatamente attivata interessando il massimo organo in materia ambientale per il caso specifico ARPA Lazio.

Allo stato attuale siamo in attesa degli esiti delle analisi al fine di adottare eventuali ulteriori provvedimenti necessari a tutelare ambiente e cittadini. In merito a quanto accaduto è intenzione del Sindaco e dell’Amministrazione tutta chiedere agli organi competenti ad iniziare da ACEA in primis, che vengano chiarite al più presto e con la massima trasparenza le cause dell’incendio al fine di mettere in atto tutte le precauzioni necessarie e sufficienti ad evitare il ripetersi di incendi e di eventuali altri incidenti rilevanti”.