Sanità – Appena 966mila euro sul maxi investimento di 13 milioni di euro per Frosinone e provincia

La giunta regionale Lazio ha deliberato un maxi investimento per il rinnovo delle tecnologie e della rete di strutture e consultori con la finalità di potenziare le campagne di prevenzione della salute della donna e del bambino.

I fondi saranno destinati alle strutture di tutte e cinque le province del Lazio.

L’importo complessivo è di oltre 13 milioni di euro, peccato che in Ciociaria e nel Cassinate non arrivino che le briciole, appena 966 mila euro.

Ultimi della classifica per gli investimenti sulla prevenzione, ma drammaticamente primi per i fattori di rischio.

Questa la denuncia del coordinatore provinciale di Popolari per l’Italia Niki Dragonetti che ha affermato: “La giunta Zingaretti ha deliberato un investimento per i macchinari sanitari e i consultori di 13 milioni di euro suddivisi per Asl. Logicamente la provincia fanalino di coda della Regione Lazio è Frosinone. Minore investimento a dimostrazione di quanto questa Giunta ha interesse per Frosinone. Questo pessimo risultato va a rafforzare il dato di fatto dell’inconsistenza e del totale peso dei consiglieri regionali della nostra provincia sia di maggioranza che di opposizione. Prossimamente chiederò pubblicamente agli eletti l’elenco delle cose fatte per la nostra provincia e non le cose fatte generiche per elemosina da Zingaretti. C’è motivo di contestare vistala situazione drammatica che stiamo vivendo in provincia di Frosinone. I fattori di inquinamento come la Valle del Sacco, la vicinanza con la Terra dei fuochi, la mancanza di un registro dei tumori e dall’altra parte l’aumento dell’incidenza di questo tipo di malattie, forse, sarebbero stati elementi da prendere in considerazione in un piano di investimenti per incentivare la prevenzione della salute della donna e del bambino”.