Sant’Elia Fiumerapido – L’associazione Ates promuove un convegno per dire no al progetto di realizzazione di una discarica

Si terrà questo pomeriggio presso la sala polivalente di Sant’Elia Fiumerapido, per iniziativa dell’ATES, l’associazione Ambiente Territorio Ecologia Salute, un convegno che avrà come oggetto di discussione l’impianto di discarica che si intende realizzare a Sant’Elia.

L’associazione ATES, fin dal suo insediamento formalizzato nel 2015, si è occupata della vicenda che ha visto iniziare l’iter autorizzatorio dell’impianto nel 2009 culminato con l’autorizzazione concessa nel 2015.

Al convegno saranno presenti gli amministratori locali; inoltre sarà presente l’Associazione Civis che da anni opera sul territorio regionale ed ha sviluppato enormi conoscenze e competenze sul tema ambiente e sulle procedure amministrative che regolano le fasi progettuali ed autorizzatorie di impianti di discarica.

Durante il convegno si discuterà dell’impatto ambientale che assumono le discariche sul territorio e verranno illustrati i motivi che ad avviso dell’associazioni non consentono la realizzazione di quell’impianto nel sito prescelto.

“L’associazione, anche per statuto, persegue come obiettivo primario la tutela dell’ambiente e della salute. E attraverso questa iniziativa – spiegano il presidente dell’associazione Alessia Gargano ed il vicepresidente Andrea Lanni – vuole rendere edotti i cittadini dell’importanza che riveste la tutela del territorio sul profilo ambientale e vuole confrontarsi con chiunque ne abbia l’interesse sull’impianto che si vuole realizzare in località a Sant’Elia non solo sull’aspetto piu prettamente giuridico, ma anche sulle ragioni di opportunità e sulla scelta di localizzare una nuova discarica su un territorio già fortemente penalizzato ed in particolare all’interno di un’area urbanizzata e con una forte incidenza demografica”.