Santopietro a Rotondo: “Da ben 5 anni la cittadinanza di Pontecorvo sta aspettando l’apertura della quarta farmacia”

In merito alla notizia sull’apertura della quarta farmacia a Pontecorvo in cui il sindaco Anselmo Rotondo risponde a Fratelli d’Italia dopo che al protocollo comunale è giunta una loro interrogazione, l’avvocato Ivan Santopietro, Segretario Provinciale del Circolo Fdi – AN di Pontecorvo comunica che:
“Ho letto le dichiarazioni del Sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo riguardo l’interrogazione che il gruppo cittadino di Fratelli d’Italia ha legittimamente avanzato al protocollo del Comune per avere contezza dello stato di avanzamento dell’apertura.
Da ben 5 anni, infatti, la cittadinanza di Pontecorvo sta aspettando l’apertura della quarta farmacia, ma l’unico dato di fatto oggettivo è che tale apertura non è avvenuta e nessuna ulteriore notizia a riguardo è stata fornita. Proprio per tale motivo, il circolo cittadino di FdI – AN ha inoltrato al Sindaco Anselmo Rotondo una interrogazione per avere notizie sull’iter di apertura.
Tuttavia il Sig. Rotondo, ha ritenuto opportuno esternare sulla stampa delle considerazioni personali prive di senso, dalle quali traspare solo il livore generato, probabilmente, dalla propria incapacità di far seguire i fatti ai numerosi proclami che annuncia sui giornali.
Nessuna “possibile forma di ostruzionismo” è stata paventata nella nostra richiesta: la lingua italiana non si presta ad interpretazioni, sarebbe stato sufficiente rileggere con calma l’interrogazione per evitare questo vittimismo inutile.
Per ciò che riguarda la competenza sull’apertura delle farmacie, il sindaco ha IGNORATO lo stesso contenuto dell’interrogazione, nella quale si legge testualmente: “nonostante l’iter predisposto dalla Regione Lazio e della Delibera n. 58 del 07.05.12 del Comune di Pontecorvo, ancora non si è assistito all’apertura della quarta farmacia”.
Non solo!
Affermando che la Regione è “l’unico Ente, deputato al rilascio di tali autorizzazioni”, Rotondo dice una inesattezza, poiché il Comune, quale ente locale, ha competenza a dislocare le sedi farmaceutiche e a rilasciare l’autorizzazione amministrativa per la vendita di prodotti al di fuori dei farmaci (a seguito della SCIA dell’azienda).
Avrebbe fatto bene, Rotondo, a comprendere (magari rileggendo più volte i passaggi dell’interrogazione) che l’unico interesse del Circolo locale di FdI – AN non è certo quello di attribuire responsabilità all’Ente Locale o alla Regione, ma è solo quello di avere informazioni sullo stato dell’iter burocratico per l’apertura.
Sulle questioni relative al partito, non posso che riagganciarmi alle parole che lo stesso nostro coordinatore On. Marsilio suggerì tempo fa a Rotondo: pensi al suo di partito!
Anche perché quando egli ha organizzato qualcosa a Pontecorvo per Forza Italia (nello specifico un convegno in aula consiliare), Rotondo ha messo in imbarazzo il suo referente politico Mario Abbruzzese e il suo coordinatore Pasquale Ciacciarelli, facendo trovare loro la sala completamente vuota. Una brutta figura che si è, poi, ripetuta lo scorso 8 agosto in occasione della presentazione di un libro alla villa comunale, effettuata alla presenza di “pochi intimi”, a conferma del fatto che la gente è stanca.
Fa sorridere, infine, che a dare consigli sulla lettura di un buon manuale di diritto amministrativo sia Anselmo Rotondo che, proprio per aver più volte firmato atti gestionali riservati alla competenza dei funzionari, è stato anche richiamato dal Prefetto!
Ricordo al Sindaco che la lista dei suoi insuccessi amministrativi è lunga: dalla chiusura del Giudice di Pace alla chiusura dell’Ufficio postale di Sant’Oliva, dal declassamento del nostro Carnevale alla drastica riduzione degli eventi estivi, dalla mancata attuazione della differenziata all’immondizia che invade le nostre strade. Si potrebbe continuare all’infinito, ma chiudo con un consiglio al Sig. Rotondo: stia più sereno, diminuisca le apparizioni sulla stampa e di pensi di più ad amministrare questo paese, se ne è capace”.