Scatta il sistema antincendio, passeggeri ‘innaffiati’ sul treno Roma Cassino

Gli impianti antincendio funzionano alla perfezione. Sarebbe bastato il fumo di una sigaretta per far scattare il sistema di protezione sul treno delle 18.42 Roma Termini-Cassino.

Una disavventura per i pendolari sui convogli che all’improvviso sono stati ‘innaffiati’ con acqua e sostanze ignifughe.

Alcuni passeggeri stavano riposando, altri chiacchieravano, e altri aspettavano con pazienza di tornare a casa quando si sono attivati i bocchettoni e su tutto il vagone è ‘piovuto’.

Sembrerebbe che qualcuno non abbia resistito alla tentazione di accendere una sigaretta durante il viaggio provocando l’attivazione dell’impianto antincendio.

Il treno è rimasto fermo per un po’ alla stazione di Anagni per poi ripartire.

Immagini concesse da Corrado Ruspandini