Sequestrati undici chili di cocaina a Frosinone, i dettagli dell’operazione “Neve balcanica”

Undici chili di cocaina sequestrati nella notte, è questo il risultato dell’operazione chiamata dagli inquirenti “neve balcanica”. A condurre l’operazione la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza che hanno unito le risorse per contrastare i reati inerenti il traffico e la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli investigatori hanno ricostruito gli avvenimenti della notte di controlli. Il tutto sarebbe partito da una vettura con targa greca notata perché avrebbe fatto delle manovre inusuali. La stranezza avrebbe scatto scattare le antenne degli uomini della Squadra Mobile della Questura, con l’ausilio della Squadra Volante, congiuntamente al Nucleo di Polizia Tributaria di Frosinone, e sarebbe partito un servizio di osservazione per monitorare la situazione.

Nella tarda serata di ieri sarebbero state notate tre persone che dopo essere entrate nello stabile adiacente al parcheggio dell’auto nel mirino degli investigatori, si sarebbero adoperate con il cacciavite a smontare il gruppo ottico posteriore sinistro della stessa auto e prelevare un involucro.

In questo frangente, gli agenti appostati hanno bloccato le tre persone, recuperando il “bottino” per accertarne il contenuto. Come verificato successivamente si tratta di 11 involucri di cocaina dal peso complessivo di 11 chili. Rinvenuti anche 13 telefonini.

A questo punto è scattato il sequestro, provvedimento esteso anche a 5 autovetture, ed al relativo arresto delle persone coinvolte, conducente compreso. Sono tutti di nazionalità albanese, 3 residenti nel frusinate mentre uno in Grecia.