SmartAbili, a Spigno Saturnia il festival delle arti nelle diverse abilità

Si terranno oggi domenica 9 e domani lunedì 10 luglio le serate conclusive del festival dedicato all’integrazione organizzato dal Comune di Spigno Saturnia con il contributo del Consiglio Regionale del Lazio.

SmartAbili”, per tutto il mese di giugno ha coinvolto, con il contributo fondamentale delle associazioni del territorio, tantissimi ragazzi e ragazze che attraverso laboratori creativi, si sono cimentati con l’arte della ceramica e della pittura, la fotografia, il teatro.

In Piazza Mercato Nuovo, a Spigno Saturnia i ragazzi si cimenteranno in sezioni live di musica e arte. Esposizioni dei lavori realizzati durante i laboratori artistici, continuando sullo spirito di partecipazione e integrazione che muove tutto il percorso dell’evento.

Oggi dopo il saluto del Sindaco Salvatore Vento e dei rappresentanti delle associazioni, alle 17.45 sarà aperto il laboratorio di espressività “AggregARTE”.

Alle 20.00 si esibiranno i “Ladri di Carrozzelle”, primo gruppo italiano formato da artisti con disabilità, nel concerto “Stravedo per la vita”.

Nel mezzo del loro live, il gruppo “i fratelli unici” presenteranno “una sfida in più”, il loro ultimo disco.

Lunedì 10 invece, alle 9.30 si terrà il laboratorio dedicato all’arteterapia “Incontri di colore”, alle 18.00 inizierà l’attività di arte estemporanea di strada (pittura, disegno, ceramica) e la serata continuerà con lo spettacolo teatrale “Il becco dell’Anatra” a cura dell’Associazione Onmic, la proiezione dei lavori del laboratorio teatrale “Questioni di famiglia” della Coop. Sociale “Nuovi Orizzonti” per concludersi con il video-spettacolo “Culture della disabilità, il nostro viaggio nel cinema” dell’ass. Hormia Teatro Limosa di Spigno Saturnia.

“Sono particolarmente felice – commenta il Sindaco Salvatore Vento – che grazia a “SmarAbili” abbiamo aggregato decine di ragazzi in momenti di felice aggregazione dimostrando che la disabilità non è un limite ma un modo diverso di approcciarsi alla vita. Dall’integrazione e dall’energia che si è creata durante i vari appuntamenti, traiamo tutti grande insegnamento di come, le avversità e le difficoltà della vita, seppur a volte insormontabili, vanno affrontante con quel sorriso che solo i bambini sono in grado di donarci. Un ringraziamento speciale, oltre che al Consiglio Regionale per aver deciso di puntare sul nostro progetto, alle associazioni del comprensorio che non si sono tirate indietro nel contribuire all’evento, dimostrandosi fondamentali nel lavoro di aggregazione socioculturale che svolgono”.