Tamponi per Covid in ricetta base, Lega Veroli e Ciacciarelli portano il risultato a casa

Tamponi prescrivibili in ricetta, da ipotesi a realtà fattuale grazie al centro destra ernico ed all’impegno alla Pisana della quota partito. Determina G05621. Sono i numeri della recente vittoria che la Lega di Veroli e Veroli Viva possono portare ad incasso etico, sociale e politico nel panorama delle iniziative perorate e suggellate in punto di norma dalla Regione Lazio in materia di protocolli anti Covid.

Attenzione, controlli che non gravino sulle tasche dei cittadini. Proprio dai consiglieri in quota Carroccio della cittadina ernica e dai sodali del gruppo che fa capo a Marco Bussagli era infatti partita un mesetto fa l’iniziativa di proporre l’inserimento dei tamponi nel novero delle prescrizioni ‘ricettabili’ dai medici di base. Una iniziativa in buona sostanza che coniugava celerità diagnostica con sgravio economico assoluto. Lo ‘studio di fattibilità’ tecnica dell’iniziativa era stato affidato a Giovanni Magnante, che è stimatissimo medico di base verolano e rsu della categoria professionale di riferimento, quella il cui fondamentale ‘argine’ è mancato in altre realtà sanitarie di governo secondario dello stivale.

Alfiere politico ed istituzionale dell’iniziativa si era fatto poi Pasquale Ciacciarelli, che alla Pisana non è solo presidente della Commissione Cultura ed egli stesso consigliere in quota Carroccio, ma collettore oggettivamente attivissimo delle istanze territoriali più delicate. Da quel mix è scaturito lo splendido risultato di cui danno contezza, non senza comprensibile orgoglio, i consiglieri della Lega di Veroli, che nel perorare l’iniziativa non sono stati soli; con loro anche la compagine a trazione civica Veroli Viva, con cui la Lega aveva fatto squadra alle ultime elezioni amministrative.

Pasquale Ciacciarelli

Il nomenclatore tariffario regionale ha dunque una nuova voce, che permetterà di fare quello che forse oggi i cittadini dell’era Covid, persi fra la paura per il virus e il timore per la crisi economica, apprezzano di più: sapere senza spendere. Queste le parole dello stesso Ciacciarelli, interpellato direttamente sul tema: Orgoglioso di aver perorato la causa dei consiglieri di Veroli Viva, Lega Veroli e del dottor Giovanni Magnante alla Pisana: è con azioni come queste che si dimostra di avere a cuore il bene dei cittadini. La testimonianza del fatto che c’è una classe dirigente che non pensa solamente agli interessi della propria cittadinanza ma anche a quelli degli abitanti del Lazio. Ho sposato questa battaglia tramutandola in azioni concrete in consiglio regionale del Lazio. È su questa strada che noi della Lega vogliamo far crescere le nuove leve, trasmettendogli i veri valori dell’impegno pubblico”.

Monia Lauroni