Trovato con 27 involucri di crack e cocaina, pusher arrestato a Frosinone

I Finanzieri del Comando Provinciale di Frosinone, nell’ambito dell’attività di controllo del territorio e di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato un trentatreenne di origine frusinate, pluripregiudicato, trovato in possesso di 27 involucri di crack/cocaina per un peso complessivo di gr. 8,600.

L’operazione di servizio è stata condotta dai militari della Tenenza di Fiuggi che seguendo da giorni gli spostamenti di una persona tossicodipendente, nota agli operanti, sono riusciti alla fine ad individuare esattamente il luogo di spaccio della sostanza stupefacente, coincidente in una palazzina, sita in una zona del capoluogo ciociaro già nota alla cronaca per episodi del genere.

Nel corso del controllo, le Fiamme Gialle della città termale sono state insospettite dai numerosi accessi di persone nell’edificio ed hanno così deciso di fermare e perquisire il tossicodipendente, trovato in possesso di una dose di cocaina.

Subito dopo, le stesse hanno eseguito un’irruzione nell’immobile, nel cui androne è stato individuato e bloccato il “pusher”, risultato detenere ben 27 involucri di cocaina, artatamente nascoste anche nel portone d’ingresso dell’edificio, nonché denaro contante rinveniente dall’illecita attività di spaccio.

Il pusher è stato così tratto in arresto e messo subito a disposizione dell’A.G. di Frosinone per i provvedimenti di competenza, mentre la sostanza stupefacente e il denaro sono stati sottoposti a sequestro.

La droga sequestrata, sufficiente a ricavare ben 215 dosi, una volta immessa sul mercato avrebbe fruttato oltre dieci mila euro