Un comitato per l’autotutela della salute, primo passo a San Vittore del Lazio

Si sono incontrate questa mattina davanti all’impianto di incenerimento di San Vittore del Lazio i membri dell’Associazione Fare Verde Cassino, Retuvasa di Colleferro, l’associazione No eco mostro di Rocca D’Evandro, l’associazione Medaglia d’oro e i rappresentanti di Ciociara terra dei veleni e diversi cittadini.
Un incontro per dar vita al comitato per l’autotutela della salute, che vuole scendere in prima linea per far valere il diritto alla salute dei cittadini. Il comitato è aperto a tutte le associazioni ambientaliste e a tutti i cittadini che vogliono farne parte e vuole sensibilizzare la popolazione a prendere coscienza della situazione ambientale del territorio.

Un’iniziativa che punta a smuovere le coscienze dei cittadini per costruire insieme una nuova sensibilità nei confronti dell’ambiente.

L’incontro di San Vittore del Lazio di questa mattina è stato un punto di partenza che ha visto il contributo e la partecipazione delle principali associazioni ambientaliste operanti su tutto il territorio della Regione Lazio.

Antonio Nardelli