Venerdì 23 a Sora la presentazione del libro Gabriele Pescosolido “I miei giorni”

Previsti gli interventi di Cristiano Cristini,Urbano Cristini e di Luigi Gulia Gianni Fabrizio

Un poeta, un vecchio amico e suo figlio, un preside, un libro di settantadue pagine. Una serata di riflessione, di memorie, di cultura e di poesia.

Sarà tutto questo l’incontro che si terrà venerdì, 23 giugno, dalle ore 18:30, a Sora presso la Sala “San Tommaso d’Aquino”, in piazza Indipendenza.

È prevista, in tale occasione, la presentazione della nuova opera di Gabriele Pescosolido: “I miei giorni”, con il patrocino del Centro di Studi Sorani “Vincenzo Patriarca” e con l’artistica fotografia in copertina di Camilla Rugghia.

L’invito è rivolto a tutti. L’evento della presentazione del libro “I miei giorni”, si aprirà con l’introduzione del preside Luigi Gulia, quindi è prevista la presentazione del prof. Cristiano Cristini, a cui seguirà l’intervento di Urbano Cristini.

Quindi l’autore esprimerà le proprie considerazioni. Sfogliare, leggere e scoprire la nuova opera di Gabriele Pescosolido è l’occasione, per la Città, per “ascoltare esausti battere il cuore di questi lunghi interminabili non facili anni”.

Gabriele Pescosolido si rivela ancora una volta un autore sempre originale ed autenticamente vero nel far conoscere sentimenti, ansie, memorie, certezze, riflessioni ed altro ancora.

Con “I miei giorni” l’attualità di oggi viaggia in compagnia della suggestione di una vecchia e solida amicizia, quella con Cristiano Cristini, con il quale Gabriele ha condiviso i circa mille giorni sui banchi della Scuola Elementare, nutrendo poi nel tempo una solida e continua complicità.

Da qui emerge un frammento di passato che fa appunto, ora, battere il cuore di questi lunghi interminabili non facili anni.

Come le altre numerose opere di Gabriele Pescosolido anche questa raccolta ha origine dalle sue molteplici e poliedriche esperienze e riflessioni, quasi come a voler “fermare quel tempo” e così sono nati i tanti pensieri e le osservazioni che si sono concretizzati in un appassionato libro, che rappresenta pure un segmento di Storia locale.

Tutto da leggere e da sfogliare con attenzione e ammirazione.

Ai presenti all’incontro Gabriele farà omaggio di una copia del libro.