Veroli, la spesa sospesa e solidale de ‘L’angolo del Bazar’

La solidarietà ai tempi del Covid a Veroli non conosce confini e appartenenze. Ha il profumo delle persone semplici, della gente che lotta contro le stesse difficoltà. La solidarietà a Veroli ai tempi del Covid è un tavolo con sopra una tovaglia e tante buste piene di generi di prima necessità. La solidarietà a Veroli ai tempi del Covid è un angolo di un negozio che in orario di chiusura, lontano da occhi e curiosi, ha allestito un banco di ‘spesa sospesa’ e scritto a mano un cartello “Se hai bisogni, prendi!”. L’iniziativa è partita la scorsa domenica da ’L’Angolo del Bazar’ in contrada La Mosca. Un’iniziativa personale che racchiude tutto il senso di essere comunità. Straordinariamente semplice e commovente, in punta di piedi e destinata a chiudersi una volta finite le scorte. Ma il gesto ha entusiasmato tutto il vicinato che si è offerto così di collaborare per riproporlo di nuovo questo sabato, il sabato prima della Pasqua. Questa volta con la partecipazione di tutta la contrada La Mosca e le comunità vicine. Nelle buste della spesa solidali ci sarà in ognuna anche una mascherina cucita a mano da una nota sarta della zona che si è offerta di contribuire alla causa. Siamo di fronte ad una solidarietà che si espande a macchia d’olio, che non lascia indietro nessuno e che non cerca notorietà. E’ in questi gesti che l’anima del mondo per un istante si ferma in quel luogo esatto, e l’io diventa tutti e per un momento, nel grigiore di questa stagione che non ci appartiene, ci si sente felici fino alla commozione. E’ la Veroli della gente comune, capace di scavare, elevarsi e costruire ponti. Tra le numerosissime storie di solidarietà ernica nate ai tempi del Covid, questa iniziativa merita una menzione speciale, perchè lanciata da quella fascia di persone che più delle altre stanno subendo la particolare criticità del momento: i commercianti. E perchè denota il grande spirito della comunità delle piccole contrade erniche che, come spesso capita, emerge ancor più significativamente in stato di emergenza e dimostra bene come, dove spesso la paura divide e taglia come una forbice, il cuore qui cuce insieme le persone semplici e le unisce con un filo di speranza sottile come un ago. La solidarietà ai tempi del Covid a Veroli è una spesa sospesa su un tavolo poggiato al muro di un bazar, un gesto ‘comune’ che vale più di una cura

Monia Lauroni